Aperol Spritz

aperol spritz blackout caffè

Nella vivace atmosfera dei caffè veneziani, tra il fruscio di conversazioni amichevoli e il tintinnio dei bicchieri, nasce l’Aperol Spritz. Il suo ricco colore arancione e il gusto dolce e frizzante hanno reso questo cocktail un fenomeno globale. La storia del suo sviluppo rispecchia un interessante viaggio attraverso le tradizioni e le culture italiane.

All’epoca dell’impero austriaco, le truppe stazionate nel Veneto avevano l’abitudine di diluire i forti vini locali con acqua frizzante. Questa pratica, chiamata “spriss” dai soldati austriaci, è la radice del nome e dell’idea dello Spritz. Ma è durante gli anni ’20 che il cocktail come lo conosciamo oggi ha iniziato a prendere forma, quando un tocco di bitter è stato aggiunto alla miscela.

Saldamente radicato nelle tradizioni venete, l’Aperol Spritz ha superato i confini della regione per diventare l’aperitivo più diffuso in tutta l’Italia. La sua popolarità non si è fermata alle coste italiane: l’Aperol Spritz è amato in tutto il mondo per la sua facilità di preparazione e il suo sapore unico che bilancia dolcezza e amarezza.

Dal 2011, l’Aperol Spritz è incluso nella lista dei cocktail IBA (International Bartenders Association), riconosciuto con il nome di “Spritz Veneziano”. Un titolo che pone questo cocktail al centro della scena internazionale dei cocktail, celebrando il suo legame con la tradizione veneziana.

Il fascino dell’Aperol Spritz risiede nel suo equilibrio perfetto di ingredienti. La dolcezza dell’Aperol si unisce alla vivacità del prosecco e l’aggiunta di un tocco di soda conferisce al cocktail la sua caratteristica effervescenza. Il risultato è un drink che è contemporaneamente dolce, fresco e frizzante, con un retrogusto amaro che lo rende irresistibilmente rinfrescante.

Composizione

  • Aperol
  • Prosecco
  • Splash Soda

Sapore

Dolce, prosecco, profumo di arancia, fresco e frizzante.